Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Aveva video pornografici con protagonisti dei minorenni, salvati in un’apposita cartella sul computer di un operaio parmigiano di 44 anni, condannato per questo a 8 mesi di reclusione dal Giudice per l'udienza preliminare di Parma Paola Artusi.
L’accusa per lui è di possesso di materiale pedopornografico, risale al 2010 quando la Procura di Bologna scoprì un sito tedesco che diffondeva video pedopornografici.