Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Per circa sei mesi avrebbe violentato la figlia sedicenne, questa la turpe accusa di cui deve rispondere un cittadino ghanese di 46 anni. La vicenda è emersa quando la figlia ha trovato il coraggio di raccontare tutto ad un amica che l'ha indirizzata ai servizi sociali che l'hanno aiutata a denunciare. I continui stupri sarebbero avvenuti nell'appartamento in cui la ragazza viveva da sola con il padre, a Parma, tra l'agosto del 2015 ed il gennaio dell'anno successivo.