Ha tentato di uccidere il compagno per tre volte, eppure nell’ottobre dello scorso anno la trentaquattrenne di Verona Anna Paola B. si mostrava sui social per denunciare le presunte violenze subite da un ex che fu scagionato, pubblicava foto mostrando i lividi su viso e corpo, scriveva: «Donne abbiate coraggio: se i vostri uomini sono violenti non dovete vergognarvi e subirli in silenzio come ho fatto io per tanto tempo con il mio ex... Guardate in che stato mi aveva ridotto... », adesso l’artista circenese è in carcere, le viene contestato il tentato maschicidio nei confronti del nuovo fidanzato.

Nella notte tra l’1 e il 2 marzo avrebbe prima provato a colpire l’uomo «mentre lui era in dormiveglia sul letto, con un coltello da cucina, al collo lato sinistro e al naso lato destro», ma lui è riuscito a strapparle il coltello dalle mani, poi poco dopo, in salotto, ci avrebbe provato con un coltello a seghetto, anche in questo caso l’uomo è riuscito a disarmarla, successivamente gli avrebbe stretto le mani al collo .