La 53enne Sandra Fratus, di Morengo (Bergamo) condannata in primo grado a 21 anni di carcere per aver ucciso il compagno ha ottenuto una sentenza decisamente più favorevole dalla Corte d’Assise d'Appello di Brescia, che ha ridotto a 11 gli anni di carcere per il maschicidio del compagno, trentunenne all'epoca dei fatti, Ernest Emperor Mohamed. Il delitto è avvenuto nella notte tra il 24 e il 25 novembre del 2022 nella casa in Via Umberto I, nel centro del paese della bergamasca, dove la coppia viveva. Lei è di nazionalità italiana e l’uomo assassinato era nigeriano, la donna lo ha trafitto sferrandogli una coltellata al petto che non gli ha lasciato scampo. Il primo ad arrivare sul luogo del delitto fu il figlio all’epoca ventitreenne della donna, il giovane giunse dopo aver letto che la madre aveva scritto sulla sua pagina social di essere vedova e sarebbe stato lui a telefonare per i soccorsi che furono vani.