Nel consiglio comunale di Parma che si insedierà dopo il ballottaggio tra i candidati Pietro Vignali (centro destra) e Michele Guerra (centro sinistra) ci sarà anche il notaio Arturo Dalla Tana, nato e vissuto nella città ducale dal 1982 vi esercita la professione di notaio.

Il responso delle urne decreterà se il notaio farà parte della maggioranza o della minoranza: Dalla Tana, candidato nella lista “Vignali Sindaco”, ha ottenuto 199 preferenze guadagnando il diritto a far parte del civico consesso.

Laureato in Giurisprudenza all’Università di Parma con il massimo dei voti, è stato per 9 anni membro del Consiglio Notarile di Parma e per 3 anni ha diretto la Scuola di Notariato di Parma.

Già giornalista pubblicista è stato tra i fondatori della associazione “Amici della Cittadella”, in tale veste è stato protagonista di una dura lotta con i passati amministratori del Comune di Parma per salvare il parco, uno dei polmoni verdi della città, da chi avrebbe voluto destinarlo ad altri usi sottraendolo ai parmigiani.

Da dieci anni gestisce una pagina social con quale ha messo in luce i limiti della gestione Pizzarotti, durante i due mandati del sindaco ex grillino.

Dalla Tana affronterà il ballottaggio di domenica, nella speranza di rimontare il risultato del primo turno, con l’obiettivo di porre rimedio alle criticità di questi anni