Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Mentre seguiva il processo nel quale è imputato con l’accusa di aver avuto condotte persecutorie nei confronti della sua ex compagna, si è alzato in piedi e ha interrotto l’udienza minacciando pesantemente un testimone, poi si è allontanato dal Tribunale. Il protagonista di questa vicenda è stato un 40enne, finito sotto processo per essere stato denunciato a Colorno nel giugno del 2020. Non potendo prevedere quali fossero le sue reali intenzioni il giudice Alessandro Conti, su richiesta del Pm Laila Papotti, ha ritenuto necessario disporre che venisse immediatamente adottata la misura cautelare degli arresti domiciliari, così dopo essere uscito dal palazzo di giustizia da uomo libero nel primo pomeriggio l’uomo, di nazionalità italiana, dopo che le forze dell’ordine lo hanno rintracciato in serata è diventato a tutti gli effetti un detenuto.

sp