Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Una scelta politica che significherebbe rinunciare ai voti di migliaia di persone che operano nella Scuola Statale piacentina: in vista delle prossime elezioni comunali previste per il 2022, già oggi a Piacenza sono in corso le prime manovre per disegnare le future coalizioni, i bene informati sostengono che l'attuale sindaca Patrizia Barbieri sia in pole position per una ricandidatura e la stessa, per garantirsi un maggiore sostegno, starebbe cercando di riallacciare un vecchio flirt con elementi di chiara matrice ciellina.

Non è un mistero che i ciellini sono coloro che maggiormente "plaudono" l'attuale modalità di gestione dei dirigenti scolastici emiliano romagnoli, chiunque si "fidanzasse" politicamente con CL finirebbe per sostenere indirettamente modi di fare malamente sopportati dalla gran parte del corpo docente da anni costretto a subire soggetti che talvolta sanno di essere "tutelati" da chi li dovrebbe controllare e sanzionare. Stare con Cl in Emilia di fatto significa stare contro i docenti.
 
Salvatore Pizzo
Gild degli Insegnanti Parma e Piacenza