Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Durante le consuete attività di vigilanza dei funzionari dell'agenzia delle dogane e dei militari della guardia di finanza di Ponte Chiasso per contrastare il traffico transfrontaliero di valuta, nei giorni scorsi al valico autostradale di Como-Brogeda, è stata trovata la somma di 120.210 franchi svizzeri, equivalenti a 109.282 euro, prevalentemente banconote da 200 franchi. I soldi erano occultati nel bagaglio di un cittadino svizzero che durante i controlli doganali aveva dichiarato di non avere con sé denaro contante.  I finanzieri gli hanno sequestrato il 50% dell'eccedenza prevista dalla legge, ovvero 57.200 franchi, per un controvalore di 52mila euro, cui sono state successivamente aggiunte le commissioni per il cambio valuta. La somma è trattenuta a garanzia del pagamento della sanzione amministrativa determinabile dal Ministero dell'Economia e delle Finanze in una misura che può andare dal 30% al 50% dell'eccedenza stessa.