Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

disal usrAll'interno dei partiti politici scarseggiano le figure specifiche e per questo in alcuni settori il manuale Cencelli diviene talvolta inapplicabile,  ciò fa sì che gli equilibri scaturiti dalla rappresentatività elettorale saltano e la gestione del sottopotere governativo nei vari territori non rispecchia le reali proporzioni dei partiti. 

I posti di sottopotere sono poco visibili al pubblico ma molto importanti per "comandare" davvero, il settore della pubblica istruzione in Emilia Romagna è sicuramente da annoverare tra questi, in esso dilagano personaggi vicini a CL nonostante i ciellini emiliano romagnoli a malapena riescono a eleggere (forse) un consigliere regionale.  
Questo sbilanciamento è dovuto al fatto che i partiti attuali non sono dotati, a differenza di quelli del passato, di una struttura fatta di militanti organizzati e quindi non formano più le figure specifiche alle quali affidare il "potere" che loro spetterebbe, questo avvantaggia la componente ciellina allocata in vari partiti che è sempre pronta a fornire "tecnici" disponibili. 
Nella scuola emiliano romagnola il segmento gestionale che sovrintende i dirigenti delle istituzioni scolastiche è notoriamente controllato da qualche elemento orbitante nell'area di CL, una situazione che dura da troppi anni, un  minimo di cambiamento ci vorrebbe. 
Durante la messa per celebrare la fondazione di cielle, officiata giovedì nella chiesa piacentina di San Sisto dal Vescovo di Piacenza mons. Cevolotto è stato fatto cenno al "dono del carisma", dovrebbe trattarsi di qualcosa di divino da condividere a beneficio di tutti, se questo non avviene nella gestione dei dirigenti delle scuole è evidente che chi ha avuto quella fortuna non è propriamente un soggetto carismatico. 
I "ciellini" pur senza avere i consensi necessari si sentono così a loro agio, tanto che un sodalizio di dirigenti scolastici di area cielle nei giorni scorsi ha avuto visibilità sul sito istituzionale dell'Ufficio Scolastico Regionale dell'Emilia Romagna come se esso fosse una bacheca sindacale e non la home page di un ente pubblico (vedi foto). 
 
Salvatore Pizzo
Coordinatore Gilda degli Insegnanti di Parma e Piacenza