Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Sabato 30 il saluto all’anno che se ne va e il benvenuto al nuovo anno con il concerto dell'Associazione “I Parchi della Musica”
Nella splendida cornice del Salone Moresco nel Palazzo dei Congressi un concerto di grande suggestione e grande atmosfera: dalla tradizione barocca allo swing americano, passando per composizioni che evidenziano la bellezza del luogo che ospita l’appuntamento.

L’ensemble di soli ottoni e voce, attraverso raffinate trascrizioni di pezzi classici della tradizione musicale proporrà una piacevole serata prossima ai festeggiamenti del Capodanno.

Ingresso libero

 

Holy Night Brass

programma:

G. Gabrieli Sonata pian e forte Ch. 175
G. F. Händel Serse " Ombra mai fu "
J. S. Bach Was mir behagt, ist nur die muntre Jagd, BWV 208
G.F Händel Messiah " Rejoice, greatly "
E. Lalo Le Roy d'Ys - Sélection
A. Adams " O Holy Night "
C. Debussy " Golliwog's Cakewalk "
I. Berlin " White Christmas "
M. Gould Pavane
H. Martin " Have yourself a Merry Little Christmas "
L. Anderson Fiddle Faddle
R. Benatzky Im Weissen Rössl - Fantasie
R. Benatzky Im Weissen Rössl " Mein Liebeslied muss ein Walzer sein "

Parks Brass Ensemble

Trombe: Marco Catelli – Fabio Codeluppi – Francesco Gibellini
Corni: Giuseppe Affilastro – Davide Bettani
Tromboni: Riccardo Gatti – Mauro Prina
Tuba: Gianni Gatti
Soprano: Francesca Rossi del Monte

Parks Brass Ensemble
Costituitosi nel 2016 l’ensemble è formato da musicisti attualmente in organico presso l’Orchestra Arturo Toscanini di Parma e in altre prestigiose Orchestre come La Filarmonica della Scala e del Teatro La Fenice di Venezia. Si esibiscono nei più importanti Teatri Italiani e sale da Concerto. Provenienti da esperienze internazionali e vantando collaborazioni importanti, eseguono un repertorio vastissimo che ripercorre quattro secoli di musica. Dalla tradizione barocca con Häendel e Bach allo swing americano senza tralasciare la tradizione tedesca e le suggestioni francesi “fin de siècle” di Debussy . Un programma di grande atmosfera, raffinato e coinvolgente declinato per un ensemble di soli ottoni e voce, originale nell’esecuzione e di impatto sonoro inusuale e accattivante.

Francesca Rossi del Monte
Nasce a Parma. Dopo gli studi presso la facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, si iscrive al Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma. Successivamente si perfeziona con i M.tri Alain Billard, Giuliano Ciannella, Paride Venturi.
La sua è una carriera internazionale che la vede interprete di numerosissimi concerti e opere. È, fra le altre cose, Manon in “Manon” di Massenet, Floria Tosca in "Tosca" di G. Puccini, Aida nel ruolo omonimo dell' opera di Verdi, La Contessa ne "Le nozze di Figaro" di W. A. Mozart, Donna Elvira e Donna Anna nel Don Giovanni. Ha collaborato, tra gli altri, con R. Muti, P. Domingo, R. Bonynge, A. Zedda P. Maag, F. Zambello, B. De Tomasi, A Madau Diaz.