Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

La nuova Guida Marsupio di Edizioni Officine Gutenberg si chiama “Itinerari Farinesi” e segna il proseguimento della collaborazione tra la casa editrice piacentina, Trail Valley e Brainfarm. Una nuova serie di Camminate Piacentine, la collana “trekking” della produzioni di Officine Gutenberg seguite da Achille Menzani, ci porta ancora più in su, dopo la zona di Bettola, ora si sale verso Farini.

Dieci Camminate Piacentine che ci riportano in val Nure dopo la prima esperienza degli “Itinerari Bettolesi” con una nuova serie di percorsi. Tracciati che si immergono in una natura a tratti selvaggia che circonda Farini, ma che ci accompagnano anche in alcuni luoghi architettonici da scoprire, come la Torre di Nicelli o quella di Sant’Antonino a Selva di Groppallo posta sull’antica Via degli Abati, e una serie di chiese che non hanno solo importanza religiosa, ma anche storica, basti pensare a quella millenaria dei Santi Gervasio e Protasio a Montereggio.
Oltre agli edifici architettonici, queste 10 camminate, ognuna con una sua particolarità, hanno delle storie alle loro spalle. Si passa dall’itinerario che venne fatto da un capitano francese, Antonio Boccia, inviato da Napoleone a perlustrare le nostre vallate, a quella dedicata a “briganti e carbonai” che per anni hanno battuto quelle stradine per i loro affari (alcuni anche loschi!) o ancora una “appetitosa” perché ci porta su un sentiero che potremmo definire culinario dato che ci fa scoprire una prelibatezza piacentina, la Mariola cruda.
 
Le nuove Camminate Piacentine rappresentano anche una unione delle forze di due realtà che fanno del legame con il territorio un loro punto di forza, loro sono Officine Gutenberg e Trail Valley, a cui si va a sommare anche la collaborazione di Brainfarm.
 
Da un lato troviamo la casa editrice piacentina che da sempre, già a partire dalla prima edizione delle Camminate Piacentine risalente ormai al 2013, ha dato ampio spazio al turismo “lento” nelle sue edizioni, e dall’altro lato Trail Valley rappresenta un progetto nato e cresciuto con l’obiettivo di promuovere lo sport outdoor nelle valli piacentine. 
Quest’ultima rappresenta una piattaforma che si divide in 4 voci: mountain bike, trail running, arrampicata, kayak, che pongono il focus su un nuovo modo di vivere il relax, uscendo da stereotipi comuni e abitudini consolidate. Un progetto che propone un nuovo modo di vivere i momenti di libertà, e che si intreccia con un territorio, quello delle valli piacentine, che se scoperto, sa offrire una lunga serie di opportunità. Per questo Trail Valley ha creato una rete che passa dalle attività, ai posti dove dormire e mangiare, fino a chi può dare un supporto tecnico. Da oggi all’interno di questa proposta ci sono anche le Camminate Piacentine – Itinerari Bettolesi.
 
Un progetto più ampio: Comprensorio Alta Val Nure
All’interno di questa ottica di turismo nuovo, sostenibile, e in mezzo alla natura, si incastra un progetto più grande che si chiama Comprensorio Alta Val Nure. Una grande rete sentieristica di oltre 560 Km che si snoda tra i comuni di Bettola, Farini, Ponte dell’Olio e Ferriere, in cui, come da tradizione, di Trail Valley punta ad unire lo sport a tutti quei servizi indispensabili per una vacanza o qualche giorno di relax.