Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Un laghetto artificiale all'interno della città di Milano alimentato dalla Svizzera, nei giorni scorsi nel capoluogo lombardo, all'interno dell'area "Boscoincittà" all'inizio di via Novara, è stato inaugurato uno specchio d'acqua artificiale destinato a diventare habitat per molte specie faunistiche, anfibi e uccelli acquatici. L'acqua che lo alimenta, fanno sapere da comune di Milano, compie un lungo viaggio: dalla sorgente di Passo della Novena – Val Bedretto, sita a quota 2.478 metri, attraverso laghi, chiuse e canali, percorre oltre 200 chilometri per arrivare a riempire la zona umida milanese che si trova nell'angolo di parco tra via Novara e via Caldera nella parte ovest della città. Il progetto dell'area del Fossone, dove lo specchio d'acqua è stato realizzato, comprende un'area umida di circa 8.000 metri quadrati con una profondità media di circa 50 centimetri.