Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

La Regione Lombardia ha reso noto che nell'ambito del Programma di cooperazione "Interreg Italia-Svizzera 2014-2020" sono stati finanziati gran parte dei lavori di risistemazione del Sentiero del Viandante: su un costo complessivo di 485.000 euro, il finanziamento copre 360.000 euro. Grazie a questo intervento il cammino internazionale ‘Le Vie del Viandante’ sarà percorribile in continuità, entro la fine del 2020, dal San Bernardino fino a Milano e viceversa. Si tratta di uno degli interventi più attesi e significativi del Progetto Interreg ‘Le vie del Viandante 2.0’. Il Sentiero del Viandante fa parte di un reticolo di sentieri storici che collegano il San Bernardino a Milano, attraverso la Valle Mesolcina, la Valchiavenna, il Lago di Como e il fiume Adda. Sono circa 220 km di cultura, paesaggi mozzafiato, proposte sportive e benessere. Si tratta di un percorso legato ai commerci fra il Nord e il Sud Europa e viceversa formato dalle vie di comunicazione tracciate da viandanti, commercianti, contrabbandieri ed eserciti che nei secoli hanno permesso a uomini e merci di circolare nonostante i confini geografici e politici. Interreg Italia Svizzera 2014-2020 è un programma di cooperazione transfrontaliera e riguarda un’area che comprende i cantoni Ticino, Grigioni e Vallese e quattro regioni italiane: Regione Autonoma Valle d’Aosta, Provincia autonoma di Bolzano, Regione Lombardia (Province di Como, Lecco, Sondrio e Varese), Regione Piemonte (Province di Novara, Vercelli, Biella e Verbano-Cusio-Ossola). Nel dettaglio il cammino è composto da: Via San Bernardino, Via Francisca, Via Spluga, Via dei Monti Lariani, Sentiero del Viandante, strada Regia e dal sentiero di Leonardo. “Regione Lombardia – spiega l’assessore regionale a Enti locali, Montagna, Piccoli Comuni e Rapporti con la Svizzera Massimo Sertori – ha creduto in questo intervento strategico per il territorio e ha autorizzato a contribuire con la realizzazione di alcuni lavori”.