Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Un giallo che potrebbe avere un epilogo a Borgotaro nel Parmense quello della scomparsa dell'appuntato della Guardia di Finanza Pietro Conversano, originario di Fasano (Brindisi), di cui si sono perse le tracce il 13 febbraio del 2019. Angela, sorella del militare in servizio alla Compagnia di Monopoli, ha incaricato l'avvocato Antonio La Scala, il quale intervenendo nel corso della trasmissione "Chi l'ha visto?" ha sollecitato che vengano effettuate ricerche anche a Borgo Val di Taro, ciò dopo alcune telefonate che sono arrivate alla famiglia. Il militare anni fa aveva svolto il campo militare nel capoluogo della Val Taro. A rivelare che sono giunte segnalazioni dal parmense è stata la signora Catia, moglie del finanziere intervistata dalla trasmissione di Rai Tre. La donna ha spiegato di aver ricevuto delle telefonate di persone che avrebbero visto il marito nei dintorni del capoluogo emiliano.