Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Europol ha diffuso i dati della quinta edizione dell’operazione Silver Axe finalizzata a contrastare il traffico illegale di pesticidi, essa è stata svolta in collaborazione con Olaf (ufficio europeo lotta antifrode), Euipo (ufficio dell'Unione Europea per la tutela della proprietà intellettuale) e le autorità nazionali di 32 paesi, tra cui la Svizzera. Complessivamente sono state sequestrate 1.346 tonnellate di pesticidi illegali. L’operazione ha portato all’arresto di due persone e 8 inchieste sono state aperte in vari paesi tra cui la Svizzera, le altre in Belgio, Francia, Germania, Polonia, Slovenia. Pesticidi non autorizzati provenienti dalla Svizzera sono stati individuati in Belgio ed erano destinati a Cipro. Il commercio di pesticidi illegali include anche il commercio illegale di sostanze vietate come il clorpirifos, già messo al bando dall’Unione europea il 30 gennaio scorso perché ritenuto genotossico per lo sviluppo cognitivo dei bambini. Negli ultimi cinque anni l’operazione ha portato al sequestro in totale di 2.568 tonnellate di pesticidi. Le autorità hanno effettuato ispezioni su frontiere terrestri e marittime, mercati interni e consegne di pacchi, controllando oltre 3 000 tonnellate di pesticidi. Uno studio europeo stima che tra il 10% e il 14% del mercato europeo dei pesticidi sia interessato da questo commercio illegale gestito da gruppi criminali organizzati che sono anche coinvolti in altre attività illegali come il traffico di sigarette contraffatte e il commercio illegale di prodotti farmaceutici. I pesticidi sono uno dei prodotti più regolamentati al mondo: colpiscono gli organismi nocivi nelle piante ma sono sicuri per l'uomo e l'ambiente. I pesticidi illegali, tuttavia, potrebbero rappresentare un rischio per la salute umana e l'ambiente, il che non può dirci quanti danni subisce realmente da tali sostanze tossiche.
Le ultime cinque operazioni hanno visto sequestrare un totale di 2 568 tonnellate di pesticidi illegali. Questa importante cooperazione internazionale e gli sforzi comuni del settore pubblico e privato sono stati fondamentali per il successo delle attività operative. Europol ha sostenuto il coordinamento generale dell'operazione, facilitando lo scambio di informazioni e fornendo supporto analitico operativo e strategico. Catherine De Bolle, direttore esecutivo di Europol, ha dichiarato: “Il numero record di sequestri introdotti dalla quinta edizione dell'operazione Silver Ax mostra chiaramente l'efficacia della cooperazione internazionale. Sin dal suo lancio nel 2015, l'operazione ha riunito un numero crescente di paesi, organismi dell'UE e rappresentanti del settore privato per combattere insieme questa tendenza al traffico emergente a beneficio della salute umana e del pianeta su cui viviamo. La nostra alleanza contro i pesticidi illegali è fondamentale per proteggere l'uomo, la fauna selvatica e la natura e preservare il futuro delle generazioni future ”. Il direttore esecutivo dell'EUIPO Christian Archambeau ha dichiarato: “I pesticidi contraffatti sono un esempio chiave dei pericoli che i prodotti falsi rappresentano per i cittadini, i consumatori e l'ambiente. Europol e la sua unità IPC3 devono essere congratulati per le loro operazioni essenziali contro la peste delle contraffazioni. I sequestri su questa scala rendono ancora più urgente il riconoscimento del crimine IP come area prioritaria per le azioni di contrasto alla criminalità organizzata internazionale.