Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Il caos ferroviario registrato nelle ultime ore in Emilia Romagna a seguito del maltempo finisce sul tavolo della Procura della Repubblica. Il Codacons presenta infatti oggi un esposto alle Procure di Bologna e Parma in relazione ai disagi subiti dalla circolazione ferroviaria nella giornata di ieri, con ritardi ingenti e danni enormi per i passeggeri.
“Il maltempo in regione era ampiamente previsto da giorni, e non è tollerabile che nel 2017 la circolazione ferroviaria subisca interruzioni a causa di neve e ghiaccio – spiega il presidente Carlo Rienzi – Per tale motivo con il nostro esposto chiediamo oggi alle Procure di aprire una indagine per le possibili fattispecie di Interruzione d pubblico servizio, Blocco ferroviario e Inadempimento di contratti di pubbliche forniture, accertando i fatti e gli interventi posti in essere dagli organi preposti per garantire la funzionalità di treni e linee ferroviarie anche in caso di maltempo”.
L’associazione presenta inoltre una diffida alla Regione Emilia Romagna in cui si chiede di sanzionare Trenitalia per i disagi arrecati ieri all’utenza, e a Trenitalia affinché disponga - oltre al rimborso integrale del biglietto - risarcimenti automatici in favore dei passeggeri pari a 100 euro per ogni ora di ritardo accumulato dai treni bloccati da neve o gelo.