Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Il legame tra il Parmense e il Canton Ticino si arricchisce di nuove iniziative che si terranno questo fine settimana a Bellinzona: dopo il convegno che si è tenuto in agosto a Bedonia (Parma) per riflettere legame ultracentenario che lega alcune zone della provincia di Parma con la Svizzera, dall'Appennino emiliano è partita alla volta di Bellinzona una sorta di carovana culturale nell'ambito degli scambi culturali tra le due realtà. L’iniziativa è stata presentata alla stampa nel Comune di Bedonia, dal Sindaco Giampaolo Serpagli, da esponenti della Regione Emilia Romagna e dal Maestro della Banda Glenn Miller, Daniele Cacchioli. Questo fine settimana a Bellinzona ci sarà una mostra il cui titolo è quello dell'omonimo progetto culturale “Una valigia piena di…ricordi, musica e testimonianze di emigrati”, a cura di Corrado Truffelli del centro studi Cardinal Casaroli ed in più location si esibirà la Glenn Miller Band di Bedonia. L'iniziativa è stata organizzata dalla Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, “Una valigia piena di…ricordi, musica e testimonianze di emigrati” è finanziato dal Comune di Bedonia (20%) e dalla Regione Emilia-Romagna (80%). Nella mostra verranno esposti alcuni documenti inediti ritrovati in vari archivi pubblici, i quali raccontano la storia dei parmensi che fino alla prima metà dell’800 si recavano oltre confine per vendere inchiostro o per svolgere i loro spettacoli viaggianti, erano artisti di strada noti come gli “orsanti” per i loro travestimenti da orso. Alla ricerca ha fornito il suo sostegno anche l’Associazione Emiliano Romagnola “Ticino” di Bellinzona. La Glen Miller Band si è esibià sabato alle 11 in Piazza Nosetto a Bellinzona, poi alle 14.30 nella zona del Teatro Sociale, alle 17.30 ci sarà un incontro presso la Sala Multiuso "Spazio Aperto" in Via Geretta ed a seguire il concerto finale della band giunta dal Parmense.