Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

La showgirl Kyra Kole, all'anagrafe Edyna Greta Gyorgy, 33enne ungherese è stata condannata a 2 anni di reclusione (con il beneficio della sospensione condizionale) per un presunto giro di squillo. In passato ha partecipato ad alcune trasmissioni televisive, tra cui «Ciao Darwin» su Mediaset e un piccolo ruolo inel film «Benur-Un gladiatore in affitto» nel ruolo di Poppea. Recentemente ha posato per l’edizione spagnola di Playboy. La donna, secondo i carabinieri di Seregno aveva dato una parvenza di regolarità ad centro massaggi di Carate Brianza, dove lavoravano ragazze di varie nazionalità con regolare partita IVA e stando alle accuse, incassava il 50% di quanto guadagnato dalle donne con la loro attività di meretricio. Il gup del Tribunale di Monza Pierangela Renda ha ridotto notevolmente la pena rispetto alla richiesta del'accusa, che era di quattro anni di reclusione. Kyra Kole fu arrestata nel mese di aprile, il centro proponeva ufficialmente massaggi "tantra" e "you and me" con prezzi fino a 150 euro a massaggio. La difesa ha sostenuto che le donne coinvolte erano libere professioniste con partita Iva che pagavano una quota mensile di affitto delle stanze. Una volta a seguito di un litigio scoppiato per "contendersi" i clienti fu necessario l'intervento dei carabinieri. Kyra Kole dopo un periodo in carcere aveva ottenuto i domiciliari, poi è stata liberata.