Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

L'Agenzia delle Entrate di Pordenone voleva mettere in vendita la casa di un allevatore il quale, stando alle contestazioni, non avrebbe pagato le quote latte per un totale complessivo di poco più di 55mila euro, ma il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia ha dato ragione all'uomo, L.G., ed ha annullato la procedura. La decisione è stata presa dal collegio composto dai giudici Oria Settesoldi (Presidente); Manuela Sinigoi, (Consigliere, Estensore) e Nicola Bardino (Referendario). L. G. è stato difeso dall'avvocato Cesare Tapparo, mentre l'Agenzia delle Entrate-Riscossione di Pordenone non si è costituita in giudizio;