Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Molti turisti, anche stranieri arrivati in treno a Parma nel periodo di ferragosto i quali hanno portato con sè la bici, pensavano di poter lasciare la due ruote nel deposito di biciclette di fianco alla stazione (sciccosamente chiamato “cicletteria”), hanno avuto la spiacevole sorpresa di trovarlo chiuso tra il 12 – 18 agosto. Prima si propaganda Parma a “vocazione verde” e poi nel periodo di maggiore affluenza di turisti si chiude un servizio pubblico che, almeno nelle intenzioni, dovrebbe servire ad incentivare la mobilità ad emissioni zero. Se questo è l'approccio verso Parma 2020....., l'evento rimarrà un appuntamento per pochi intimi.

#parmachenonva