Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Spettacoli e concerti aperti a tutti e a ingresso gratuito a Bergamo per Landscape Festival.
Le radici dell'energia e della danza acrobatica in Piazza Vecchia grazie ad ABenergie, una cartiera di fine '800 riapre le porte con una performance sul cambiamento climatico, la Nelken-Line di Pina Bausch in giro per la città e unplugged in alta quota.

Nona edizione per Landscape Festival, la manifestazione che promuove natura e bellezza attraverso un calendario dedicato all'architettura del paesaggio e all'outdoor design e che quest'anno ha come tema Pioneer Landscape, la celebrazione della vegetazione pioniera e spontanea. 18 giorni per immergersi nel verde e nella bellezza, ma anche per assistere a tanti spettacoli e concerti dedicati al paesaggio, tutti a ingresso libero.

5, 6 e 7 settembre 2019 | Piazza Vecchia, Bergamo
Alle radici dell’energia. Spettacolo di danza acrobatica e atletica
Lo spettacolo di Kataklò, promosso da ABenergie, unirà danza, atletismo acrobatico, mimica, humor, suoni, luci e costumi per dare vita a coreografie immaginifiche che indagano l’energia a partire dalle sue radici più profonde. In dialogo con l’allestimento realizzato da Luciano Giubbilei per il festival, la performance sarà un continuo crescendo di forza ed emozione, espressa dai corpi e dai loro movimenti di grande audacia tecnica, vera cifra stilistica della compagnia. L’evento prevede ogni sera tre repliche: ore 21.00, 21.30 e 22.10.

6, 7 e 8 settembre 2019 | Schilpario, Azzone, Colere e Vilminore di Scalve (BG)
Acoustic Val di Scalve
La seconda edizione della rassegna musicale che porta in alta quota alcuni tra i migliori musicisti al mondo, quest'anno coinvolgerà i quattro comuni della Val di Scalve. Lo spettacolare anfiteatro naturale della pineta di Pian di Vione tra le Orobie sarà uno dei luoghi deputati alla tre giornate del festival, che annovera tra gli ospiti: Peter Finger, uno dei maestri della chitarra acustica, Fabio Treves, esponente del Blues made in Italy, Andrea Valeri, giovane talento, Musica da Ripostiglio, ensemble toscana di manouche, e il direttore artistico Giorgio Cordini, per otto anni nella band di Fabrizio De André. Per informazioni e orari qui

7, 12, 14 e 21 settembre 2019 | Spazio Fase - ex Cartiera Pigna, Alzano Lombardo (BG)
Antony it’s hot
Teatro Nuovo Bergamo Factory presenta la prima nazionale di una performance dedicata al cambiamento climatico. Luci alle finestre e visual art per un’esperienza sonora, visiva e drammaturgica, realizzata in collaborazione con MIDI Motori Digitali, che per tre sabati consecutivi (due repliche a serata, ore 21.00 e 21.30) animerà le mura dell'ex Cartiera Pigna.

21 settembre 2019 | luoghi vari, Bergamo
dalle ore 17.30, piazzetta Santo Spirito
Nelken-Line
Festival Danza Estate propone la celebre camminata creata da Pina Bausch tra gli allestimenti di Landscape Festival. Un invito aperto a tutti a ballare la "linea", che è probabilmente l’elemento più ricorrente e conosciuto di una figura chiave nella storia della danza contemporanea: “primavera, estate, autunno, inverno”, dallo spettacolo “Nelken” del 1982. Con pochi gesti distinti, la linea racconta l’alternanza delle quattro stagioni e il rituale di movimenti densi di dettagli e valori simbolici. L’appuntamento è per l'ultimo sabato della manifestazione. Iscrizione obbligatoria, informazioni a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 035 224700.

ore 18.00, Piazza Vecchia
urbanNature
I performer di DanzArea, Pj Dance Studio, Modern Ballet e Charmeevents, tutte realtà sostenitrici di UNICEF, si esibiranno in una coreografia ispirata alla vegetazione pioneristica che con determinazione cresce e si fa spazio in città. La traccia della natura si insidia negli spazi antropizzati, irrompe con forza e tenacia, resiste e propone un nuovo paesaggio.