Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Sono stati condannati a 2 anni e 6 mesi per circonvenzione di incapace un 23enne di Bardi ed una 57enne di Sala Baganza, il procedimento penale è nato da un esposto presentato all'autorità giudiziaria dal congiunto di un anziano originario di Borgotaro che negli anni scorsi è stato ricoverato in una struttura protetta a Traversetolo. La segnalazione risale al novembre del 2012, quando l'anziano dopo un infortunio sarebbe assistito dai due imputati, da allora il parente sostiene che l'anziano avrebbe desinato, in maniera sospetta, ai suoi amici un'eredità pari a 170mila euro. La condanna è stata emessa dal giudice monocratico del Tribunale di Parma Maria Cristina Sarli su richiesta del Pubblico Ministero Elena Riccardi.