Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

L'Istituto Svizzero di Roma ha annunciato che grazie alla collaborazione con "L’Isola del Cinema", la quarta edizione di European Women Filmakers sarà dedicata alla Svizzera. La rassegna cinematografica che si tiene sull'Isola Tiberina, nella capitale italiana, focalizza la sua attenzione sul cinema di autrici. Nel mese di luglio verranno presentati sei lungometraggi d’autore preceduti da un corto di animazione Airport (2017) di Michaela Müller. Mercoledì 17 luglio, in occasione della serata di apertura, la regista Barbara Miller assieme alla Direttrice dell’Istituto Svizzero introdurranno al pubblico il film Female Pleasure. Cinque donne coraggiose di cinque religioni diverse si oppongono alla demonizzazione della sessualità femminile a causa dell’aumento del fanatismo religioso e mostrano la loro ricerca di una realizzazione a loro negata in questo mondo laico ipersessualizzato. Un film sul diritto all’autodeterminazione sessuale per tutte le donne. Questo il seguito del calendario: 24 luglio – Ondes de Choc – Journal de ma tête (2018) di Ursula Meier; 28 luglio – Le vent tourne (2018) di Bettina Oeberli; 29 luglio – Chris the Swiss (2018) il documentario di animazione di Anja Kofmel; 31 luglio – Avant la fin de l’été (2017) di Maryam Goormaghtigh; 2 agosto – Blue my Mind (2017) il film d’esordio di Lisa Brühlmann.