Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

A seguito della pubblicazione del rapporto dell’Alta commissaria delle Nazioni Unite per i diritti umani sul Venezuela, Erika Guevara-Rosas, direttrice di Amnesty International per le Americhe, ha rilasciato questa dichiarazione: 

“Il rapporto dell’Alta commissaria condanna chiaramente le gravi violazioni dei diritti umani commesse dalle autorità venezuelane negli ultimi anni. Il governo Maduro non può celare le massicce e sistematiche violazioni avvenute sotto il suo comando, che hanno colpito fortemente la maggior parte della popolazione del paese e costretto milioni alla fuga in cerca di protezione”. 

“Il rapporto condanna specificamente la politica repressiva delle forze di sicurezza, le esecuzioni extragiudiziali, gli incarceramenti per motivi politici, la tortura e le gravi violazioni dei diritti economici, sociali e culturali che hanno causato l’ampio diniego dei servizi sanitari, la carenza di cibo e medicinali che sono il risultato di anni di corruzione, furto di fondi pubblici, mancata manutenzione delle infrastrutture e scarsi investimenti nei servizi pubblici”. 

“Il governo Maduro deve prendere immediate misure per porre fine alle gravi violazioni dei diritti umani e dei crimini di diritto internazionale che continuano a essere commessi in Venezuela. Ribadiamo la nostra raccomandazione per l’immediata istituzione di una Commissione d’inchiesta sotto la supervisione del Consiglio Onu dei diritti umani col mandato di indagare sulle gravi violazioni dei diritti umani che potrebbero costituire crimini contro l’umanità”.