Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Contributi alle imprese che vengono ridotti improvvisamente ed unilateralmente dal Ministero dello Sviluppo Economico, ma il Tar del Friuli Venezia Giulia ancora una volta dà ragione ad un'azienda, in questo caso si tratta della Cividale spa (direzione generale a Tavagnacco e direzione commerciale a Cividale del Friuli). La Direzione generale per l’incentivazione delle attività imprenditoriali – Divisione X aveva ridotto a 200mila euro un contributo che doveva essere € 717.431,39. Si legge nella sentenza: “Il Collegio non può trascurare di rilevare che il Ministero intimato ha disatteso, nell’intera conduzione del procedimento, quei parametri minimi di correttezza e di buona e leale amministrazione, che trovano il proprio fondamento nell’art. 97 della Costituzione(...)”. La sentenza è stata emessa dal Oria Settesoldi (Presidente) Manuela Sinigoi (Consigliere, Estensore) e Nicola Bardino (Referendario). La Cividale spa è stata difesa dagli avvocati Stefano Mendolia e Stefano Grassetti.