Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Consolidare il Ballotta non solo come un grande polo sportivo ma come un vero e proprio punto di aggregazione per giovani e famiglie. È con questo obiettivo in mente che l’amministrazione comunale ha approvato la realizzazione di una Club House all’interno del centro sportivo. L’iniziativa avrà un costo complessivo di almeno 343 mila euro ripartiti tra il Comune (168.000 euro per il sistema delle opere di urbanizzazione) e il soggetto privato che realizzerà l’intervento (175.500 euro).
L’idea è che la Club House possa servire come struttura aggregativa e pubblico esercizio oltre che, ovviamente, come punto di riferimento per gli atleti che frequentano quotidianamente la struttura. E’ prevista quindi la creazione di un edificio molto moderno, ad un solo piano, con copertura a terrazzo e che costituisca un intervento poco impattante nel contesto e ben integrato con il verde circostante, ulteriormente valorizzato dal nuovo ingresso pedonale all’area sportiva direttamente da via Togliatti.
Il bando per concedere in diritto di superficie l’area di circa 400 metri quadrati sulla quale sorgerà la Club House sarà sarà pubblicato la prossima settimana e consentirà di selezionare la migliore proposta sulla base della qualità gestionale e, in parte, sul prezzo offerto.
Con la realizzazione di questa opera si andrà quindi ad integrare e completare gli interventi di riqualificazione già realizzati e previsti all’interno del progetto finanziato nel 2018 dalla Regione Emilia-Romagna con 500 mila euro. Il piano degli interventi, per un costo complessivo di 1,2 milioni di euro, prevede di rifunzionalizzare e potenziare le strutture dedicate all’atletica, realizzare una pista di atletica indoor e cancellare le barriere architettoniche.
Da questo punto di vista l’intervento più appariscente sarà la realizzazione di un nuovo edificio coperto, posto lungo il lato ovest della attuale circuito di atletica, al cui interno sarà posizionatauna pista rettilinea da 80 metri di lunghezza per permettere attività di allenamento anche nei periodi più freddi. In testata all’edificio saranno ricavati alcuni locali per realizzare i servizi igienici (ciascuno dotato di doccia) per uomini, donne e disabili. Da sottolineare infine il fatto che da un punto di vista energetico l’edificio sarà a consumo zero essendo alimentato da fonti rinnovabili.