Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

“C’è bisogno di una norma che dica che il sesso dev’essere sempre volontario”. Con queste parole, il ministro della Giustizia della Danimarca Søren Pape Pulsen ha risposto al rapporto di Amnesty International che chiedeva l’adozione di una legge sullo stupro basata sul consenso.

“Apprezziamo le parole con cui il ministro della Giustizia danese ha deciso di sostenere la richiesta di Amnesty International”, ha dichiarato Kumi Naidoo, segretario generale di Amnesty International.

“Insieme alle donne sopravvissute allo stupro, attendiamo allora la proposta di legge. Ma questa risolverà solo una parte del problema: ci aspettiamo anche altri ministeri sostengano l’iniziativa attraverso l’applicazione adeguata della norma, programmi di educazione sessuale e la sensibilizzazione necessaria per contrastare i miti sullo stupro”, ha concluso Naidoo.