Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

L'Ateneo di Parma ha deciso di investire sull'ospedale di Vaio per trasformare la Chirurgia generale di Fidenza in una Sede Ulteriore della Chirurgia generale dell’Università.
 

Per citare le parole che il rettore Paolo Andrei ha usato partecipando al convegno organizzato al Ridotto del Teatro Magnani lunedì 18 febbraio scorso “il concetto non è , ma ”.

 
In pratica con questo progetto l’Ateneo parmigiano si impegna sul territorio della sua provincia con l’impiego di uomini e mezzi, con l'obiettivo di rilanciare l’ospedale di Fidenza e Salsomaggiore valorizzandone le risorse già presenti, ampliando nel contempo la propria offerta formativa del personale e sviluppando la ricerca scientifica.
 
“L'apporto che l'Università di Parma – ha spiegato il sindaco di Fidenza Andrea Massari - fornirà al nostro ospedale andrà ad incrementare quanto già c'è a Vaio: il proprio patrimonio di formazione, specializzazione e divulgazione. La fase in cui si poteva temere che alcune scelte potessero portare a un impoverimento o un indebolimento della struttura è stata superata: Vaio è una realtà consolidata che a breve inaugurerà una nuova ala e che da oggi può contare sulla preziosa collaborazione dell'Università di Parma. Si tratta di un risultato importante non solo per la Comunità fidentina ma per tutti i territori che oggi hanno nell'ospedale di Vaio un punto di riferimento imprescindibile”.