Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Sarà l’Università di Bologna ad ospitare il 26 febbraio l’incontro tra il SI.NA.G.I. (Sindacato Nazionale Giornalai d’Italia) e la Start-Up Alfred Italia. Obiettivo: garantire la completa capillarità delle consegne degli acquisti web su tutto il territorio nazionale, utilizzando dei naturali punti di raccolta come le edicole. Alfred Italia è una start-up innovativa che opera nel settore della logistica e distribuzione con un approccio snello nella gestione e soprattutto economico per l’utenza finale. 

La crisi della carta stampata, e il progressivo spostarsi dell’informazione sul web ha creato un danno economico a tutta la filiera tradizionale della stampa, dai giornali che vendono meno ai distributori e alle edicole che conseguenzialmente non riescono più a sostenere un conto economico sempre più negativo. Trasformare il loro “punto di debolezza”, il web e gli acquisti on line, in punto di forza è stata la caratteristica fondamentale che ha in breve portato Alfred (il cui nome prende spunto dal tipico servizievole maggiordomo di Batman) a diventare player di rilievo nazionale, e primario partner delle edicole, che di fatto diventano delle agenzie multiservizi per l’accettazione, e la consegna, di posta e pacchi. 

Quali i vantaggi per le persone? La sempre minore presenza di portinerie presidiate crea un disagio a chi acquista on line ma necessariamente per esigenze, ad esempio, lavorative, non è in casa nei più disparati orari in cui i corrieri tradizionali consegnano, anche perché il processo distributivo, pur avendo compiuto passi da gigante, ancora oggi vede in svariate ore del giorno il range di consegna della spedizione tanto attesa. L’edicola sotto casa diventa così naturale recettore dei pacchi attesi, lasciando così liberi nei movimenti gli acquirenti. E a questo punto, perché utilizzare il chiosco sotto casa solo in maniera passiva, e non pure per eventualmente affidargli le proprie spedizioni, per esempio i dolci natalizi da inviare ai propri cari lontani, o gli abiti invernali al figlio universitario all’estero? Grazie ad Alfred Italia ed al Network realizzato in così breve tempo l’edicola torna ad essere punto di riferimento per il cittadino, diventando di fatto un centro multiservizi.   

“Il nostro obiettivo è quello di creare con Alfred Italia uno strumento che sia la componente di un gruppo rilevante di Point, in tutta Italia, al servizio di chi deve operare spedizioni di posta e pacchi, e vuole evitare lunghe code, la sicurezza che la spedizione venga recapitata, la libertà di scegliere le tariffe più convenienti, la comodità di svolgere le operazioni di invio e consegna – interviene Andrea Corrao, Co-Founder di Alfred Italia – Ogni edicolante che si unisce a noi è una nuova forza che consolida e cementa il nostro progetto. Del resto noi e le edicole lavoriamo insieme ed abbiamo uguali obiettivi se non quelli di incrementare sempre più il nostro sodalizio. Il numero degli aderenti è in continua crescita ed è destinato a raggiungere cifre confortanti. Ma il nostro obiettivo è crescere ancora di più e per questo andiamo avanti con un profilo basso e siglando delle partneship strategiche”.   

“L’accordo che sigleremo con Alfred Italia – dichiara Giuseppe Marchica presidente SINAGI - mira a garantire a tutte le rivendite di proporsi come partner abituale e soprattutto utile dove i cittadini potranno recarsi per ritirare gli acquisti finalizzati on line  oltre che spedire posta e pacchi e pagare le utenze più comuni in tempo reale”.   

Grazie all’accordo SINAGI-Alfred Italia e alla capillarità delle edicole presenti sul territorio verranno azzerati i casi di “mancata consegna per assenza del destinatario” consentendo così di poter disporre prima possibile di quanto acquistato sul web, rendendo di fatto reali le tempistiche di consegna di 24 e 48 orepromosse ormai dai grandi network delle vendite on line.