Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Un 50enne reggiano, un 85enne modenese ed un 53enne di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria, sono finiti sotto processo con l'accusa di aver raggirato la proprietaria di un caseificio che ha sede a Berceto: le avrebbero pagato alcune forme di Parmigiano Reggiano usando un assegno smarrito a Reggio Calabria e compilato falsamente. Il danno subito dalla donna ammonta a poco più di 1300 euro, il fatto risale al settembre del 2015. La prossima udienza del processo si terrà il prossimo mese di novembre davanti al Giudice Nicola Giusteschi Conti ed il pubblico ministero Elena Riccardi.