Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

View e-Privacy Directive Documents

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

“Porcomondo!” è un festival interamente dedicato al mondo del maiale, non solo da un punto di vista gastronomico, ma anche e soprattutto culturale. La rassegna si svolgerà a Riese Pio X, nel Trevigiano, dall’8 al 12 novembre presso il centro culturale Casa Riese. L’ideazione è della neonata “Ingorda Confraternita del Musetto”, la quale insieme al Comune di Riese Pio X, curerà anche la programmazione e l’organizzazione dell’evento.
Lo scopo del festival è fornire una panoramica sul mondo del maiale, focalizzando l’attenzione sulle piccole produzioni e sui prodotti di nicchia (basti pensare che ben 32 dei 289 presidi Slow Food italiani sono legati al suino), declinandolo non solo dal punto di vista gastronomico, ma anche artistico e culturale. Ci saranno quindi esposizioni di prodotti, master class, spettacoli, convegni, ospiti legati alla figura di “Sua Maestà il Maiale”, coivolgendo inoltre gli istituti scolastici, ristoratori e chef locali. Non solo, Coldiretti, Slow Food e la Federazione Italiana Circoli Enogastronomici impreziosiranno e daranno qualità al festival.
Ed ecco quindi il calendario di “Porcomondo!”. Si parte giovedì 8 novembre alle ore 18 con l’inaugurazione ufficiale della rassegna, nonchè la presentazione della nuova legge regionale sui circoli enogastronomici; alle 20.15 spazio alla degustazione guidata “La Sopressa Veneta”, in collaborazione con la Confraternita della Sopressa di Bassano e una rappresentanza di norcini trevigiani e, infine, alle ore 21.30 è di scena lo spettacolo “Filò, ovvero i racconti della Sopressa” di Francesca Gallo. Venerdì 9 alle ore 14.30 convegno “Il prosciutto veneto Dop, eccellenza del territorio” a cura di Coldiretti Treviso, si prosegue alle ore 18.30 con la presentazione della mostra del collezionista di maiali Renzo Battaglia, mentre alle 19 il laboratorio “Con le mani nell’insacco”, una dimostrazione pratica di norcineria; conclude l’intensa giornata lo spettacolo di Marco Ballestracci e Claudio Cecchetto “L’arte del Maiale” alle ore 21. Sabato 10 alle ore 10 l’incontro “Merende per principi e principesse” di Letizia Bonamigo, a cura di Slow Food della Castellana, alle 16 appuntamento per i bimbi col laboratorio di educazione alimentare “Fare gli gnocchi” accompagnati dal ragù di maiale, a cura di Slow Food della Castellana e al contempo apertura della mostra mercato di prodotti suini di Piccoli produttori locali e Presidi Slow Food. Alle 18 Lectio magistralis “Il Maiale” con lo scrittore Paolo Malaguti e il cantastorie Otello Perazzoli e, infine, alle 21 a tutto rock col concerto del Trio Porco.  Domenica 11 novembre si inzia alle 10.30 col laboratorio di educazione alimentare “Fare il pane” degli Allegri Fornari Da Diporto, a cura di Slow Food della Castellana, mentre alle ore 17 l’imperidbile spettacolo-evento “Processo al maiale, il maiale alla sbarra: fatti e misfatti di un animale chiacchierato”. Il festival “suin generis” chiude in bellezza la sua prima edizione lunedì 12 alle ore 20 con la cena di gala finale “Birra e maiale”, a cura della chef Nino Baggio della Locanda Baggio di Asolo (TV). Ospite della serata Tullio Zangrando, uno dei più grandi esperti italiani di tecnica birraia.