Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare nel sito accetti il loro utilizzo.

Guarda la Cookie Policy

Non hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Hai abilitato i cookies sul tuo computer. Potrai modificare questa scelta.

Turchia

Le autorità turche devono rilasciare immediatamente e senza condizioni dieci difensori dei diritti umani, ha dichiarato Amnesty International dopo che il loro fermo è stato prorogato di ulteriori sette giorni. 

La direttrice di Amnesty International Turchia, Idil Eser, è tra le dieci persone arrestate il 5 luglio mentre partecipavano a un normale seminario. Sono indagate sulla base del sospetto infondato di appartenenza a un’ “organizzazione terroristica armata'. 

"Con questa notizia rinnoviamo la nostra ferma richiesta di liberazione immediata e incondizionata della nostra direttrice turca e degli altri nove difensori dei diritti umani detenuti con lei” ha dichiarato John Dalhuisen, direttore di Amnesty International per l’Europa e l’Asia centrale. 

"È veramente assurdo che siano sotto inchiesta per appartenenza a un'organizzazione terroristica armata. Non avrebbero dovuto passare un solo momento dietro le sbarre. Che inizino una seconda settimana reclusi nelle celle della polizia è un segno scioccante del trattamento spietato riservato a coloro che cercano di difendere i diritti umani in Turchia". 

Padania Express - Logo